ScampiaToday

Apre la porta di casa, gli sparano contro quattro colpi

E' successo a Scampia, stamattina alle 4. Il 35enne ferito - precedenti penali, furto, ricettazione e resistenza a pubblico ufficiale - è stato soccorso inizialmente dalla madre e poi condotto al Cardarelli

Terrore a Scampia, dove un 35enne con piccoli precedenti penali è stato ferito a colpi di pistola nel suo "appartamento": viveva abusivamente in un deposito comunale trasformato in abitazione, al civico 66 di corso Marianella.

L'episodio è avvenuto intorno alle 4 della scorsa notte. Secondo quanto ha riferito alla polizia, avrebbe sentito bussare alla porta da persone che dicevano di volergli parlare. Aperto l'uscio, uno dei quattro che il ferito è riuscito a vedere gli ha sparato contro quattro colpi con una calibro 8 Luger.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel deposito comunale gli agenti hanno in effetti trovato tracce di sangue, bossoli ed impronte. Il 35enne - precedenti penali, furto, ricettazione e resistenza a pubblico ufficiale - è stato soccorso inizialmente dalla madre e poi condotto al Cardarelli dove si trova ricoverato in Chirurgia d'urgenza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riaprono spiagge libere e stabilimenti balneari: l'ordinanza della Regione Campania

  • "Non siamo imbuti, abbiamo perso la felicità. Annullate l'esame di maturità": lo sfogo di una studentessa

  • Morte Pasquale Apicella, la vedova: "In quella macchina sono morta anche io"

  • Covid, focolaio al Cardarelli. Gli infermieri insorgono: "Situazione desolante"

  • Agguato ad Acerra, ucciso un uomo a colpi d'arma da fuoco

  • Coronavirus, due nuovi decessi in Campania: i nuovi casi tutti a Napoli e provincia

Torna su
NapoliToday è in caricamento