ScampiaToday

Rogo nel campo rom di Scampia: "Alti tassi d'inquinamento"

Le rilevazioni mostrano concentrazioni considerevoli dei principali inquinanti gassosi come ossidi di azoto, benzene, toluene, cilene e PM10

Concentrazioni considerevoli dei principali inquinanti gassosi correlati ai roghi nell'aria sono stati rilevati dall'Arpac durante il monitoraggio sulla qualità dell'aria nei pressi del campo rom di Scampia e il vicino sito di trasferenza dell'Asia, dopo l'incendio che ha interessato la zona nei giorni scorsi.

I risultati del monitoraggio sono stati comunicati a Regione, Prefettura, Comune di Napoli, Città metropolitana, ASL e ASIA dal commissario straordinario dell'Arpac Luigi Stefano Sorvino. Le rilevazioni mostrano concentrazioni considerevoli dei principali inquinanti gassosi come ossidi di azoto, benzene, toluene, cilene e PM10.

I dati emergono dai rilevamenti effettuati dalle 12 del 30 agosto 2017 ed aggiornati alle 14 di oggi 31 agosto 2017. In particolare, il 30 agosto, le concentrazioni mostrano un trend in aumento a partire dalle 21 con picchi di NO2 fino a 107 microgrammi per metro cubo e di benzene fino a 22 microgrammi per metro cubo.

Potrebbe interessarti

  • "Arrassusia!": quando i napoletani veraci usano questo scongiuro

  • "Si' propeto 'na céuza" vuol dire che...

  • Sabbia in casa: come liberarsene

  • "Tengo 'e lappese a quadriglie!": cosa significa e da dove viene quest'espressione

I più letti della settimana

  • Calciomercato Napoli 2019-2020: trattative, acquisti e cessioni

  • Rissa nel Vasto, "grida disumane". Un quarantenne finisce in ospedale

  • Amichevole in famiglia in casa Juve, cori contro i napoletani: Sarri fa finta di nulla

  • Via libera al più grande centro commerciale del Sud: ecco il Maximall Pompeii

  • Tony Colombo, attacco da Borrelli: "Senza casco e sul marciapiede, esempio di inciviltà"

  • Tragedia in Kenya: napoletano muore durante il viaggio di nozze

Torna su
NapoliToday è in caricamento